T'ien Tao avatar - PG - TienTao

Luogo e data di nascita: Ravenna . 645
Luogo e data di infezione: N/A . N/A
Residenza e attività: missing in action
dichiarato deceduto nell'esplosione del suo negozio, la Organismi Migliorati, avvenuta il 6 aprile 2106





avatar - profilo - 06 - gli amanti avatar - profilo - 15 - il diavolo
-11
-10
9
2
9
11
10

Buongiorno a tutti.

Permettetemi di presentarmi: il mio nome è T’ien Tao, e sono co-fondatore della Pereira & T’ien, Società per lo Sviluppo ed il Miglioramento, con sede a Shanghai.

La nostra società si occupa da molti anni di ricerca e sviluppo in campo medico, ed è titolare di importanti brevetti quali il Mini Visone Migliorato, il Coniglio Tuttapolpa e l’Incanalatore di Emozioni.

Per cui, se vi serve un partner per un’importante progetto ma non avete il know-how dato da decenni di studi approfonditi, o più semplicemente volete gustarvi una fiorentina di coniglio leggera e gustosa fate un salto in Città Vecchia, proprio di fianco alla sauna: il Negozio di Organismi Migliorati è sempre aperto per Voi.

Ma permettete che vi tedi con inutili informazioni sulla forma di vita inferiore che umilmente vi accoglierà, e cioè il sottoscritto.

Come avrete immaginato, la mia umile persona è afflitta da quello che solo recentemente è stato classificato col nome di ceppo mediorientale, mentre solo poco tempo fa veniva etichettato come vampirismo o addirittura stregoneria o diavoleria. In particolare il celeste Ufficio per le Registrazioni mi classifica come “mutaforma notturno”… un nome che ben si adatta ad una vita eterna che per restare tale deve rifuggire piaceri semplici e sublimi come il brillante sole in un lucente mattino di primavera.

Vi chiederete da quanto tempo questa forma, diciamo curiosa, di malattia affligga il mio deficitario organismo; orbene, con mio grande rincrescimento non mi è possibile soddisfare questo vostro pur legittimo desiderio. Diciamo che ho visto parecchi soli posarsi nel lontano Occidente, ed ho vagato un po per tutto il mondo nella continua ricerca della Sapienza (o anche, più modestamente, di quel granello di Sapienza che è consentito a noi miseri non-del-tutto-mortali di raggranellare in anni di pensati fatiche).

Posso però dirvi che di tutti i luoghi che ho visitato ed in cui ho vissuto il più mirabile rimane il Celeste Impero, di cui oggi Shanghai può ben definirsi l’erede luminoso. Immaginate quindi la mia felicità quando l’illuminato Governo di questa ridente terra ha ritenuto giusto e opportuno dare la dignità di individuo anche a questo povero corpo afflitto dalla malattia. Ho così finalmente potuto coronare il sogno di decenni, avere un luogo tranquillo eppur progredito in cui dedicare la mia altrimenti inutile esistenza al miglioramento dell’umana condizione. Questo luogo è il nostro laboratorio, la Pereira&Tien.

Nostro, dico. Con me vive infatti l’altra metà della mia anima immortale, Jacinto Pereira.

Ma basta tediarvi con le innumerevoli chiacchiere che tanti anni di vita possono generare, vita peraltro, non lo nascondo, varia ed eccitante per me, ma sicuramente inutile alle vostre orecchie.

Se però sarà vostro desiderio saperne di più, vi invito al ricevimento che si terrà per festeggiare il cinquantesimo anno di attività. La data sarà comunicata appena ricevute le giuste e doverose autorizzazioni.

Un saluto da T’ien Tao della Pereira&Tien, Società per lo Sviluppo ed il Miglioramento.

---

24 Maggio 1943

Finalmente è arrivata la nomina. Adesso potrò iniziare a lavorare sul serio, anche grazie a Eduard che mi ha promesso il suo appoggio.

16 Settembre 1943

Oggi è arrivata una coppia di gemelli zingari. Sono nell’età giusta per i miei studi, ancora nello sviluppo ma abbastanza robusti da reggere almeno qualche giorno.

Ho notato che uno dei chirurghi sembra avere una mano particolarmente felice con i soggetti: l’ho visto estrarre n polmone al numero 1754 senza anestesia, e quello è sopravvissuto al trattamento. Devo chiedere se posso farmelo assegnare come aiutante.

19 Settembre 1943

Sono riuscito a farmi assegnare come assistente il chirurgo dalla mano fatata (sembra lo chiamino così i più giovani). Si chiama Karl Kreutzfeld, ed è poco più giovane di me. Ha un brillante percorso di studi, penso che mi sarà di aiuto.

12 Ottobre 1943

Oggi ho iniziato un nuovo esperimento con l’aiuto di Karl. secondo lui è possibile che un gemello sia in grado di recuperare la personalità dell’altro anche dopo la morte. Per il test stiamo aspettando una coppia di ragazzine polacche, dovrebbero arrivare entro la fine del mese.

26 Ottobre 1943

Finalmente sono arrivate le gemelle polacche. Ne abbiamo rinchiusa una in una cella d’isolamento, e abbiamo trattenuto l’altra nel laboratorio. Abbiamo deciso che Karl si occuperà di vivisezionare l’esemplare nel laboratorio, cercando però di tenerlo in vita il più possibile, mentre io studierò le reazioni di quello nella cella.

28 Ottobre 1943

Sembra incredibile, ma l’esemplare 2641-A è ancora vivo. Nonostante la rimozione di numerosi organi (tra cui un polmone, un rene, diversi metri di intestini ed una consistente parte di sistema linfatico) Karl è riuscito a tenerlo in vita. Non sto però notando nessuna reazione degna di nota nell’esemplare 2641-B, tranne una certa apatia.

31 Ottobre 1943

C’è qualcosa che non capisco. L’esemplare 2641-B sembra morto, ma il cuore batte e i polmoni respirano. In compenso l’esemplare A è stato privato di praticamente tutti gli organi vitali, ed è ancora vivo. Sembra quasi che stia usando il corpo della sorella per vivere.

2 Novembre 1943

Karl ha estratto parte del cervello dell’esemplare A, in particolare l’ipotalamo, ed ha distrutto il resto del corpo. Il soggetto è rimasto in vita apparente per almeno mezz’ora dall’asportazione del cervello, e le attività muscolari sono cessate solo dopo la distruzione di esso. Secondo Karl (ed io concordo) si tratta di una forma particolare di attività elettrica postmortem.

3 Novembre 1943

Io e Karl abbiamo impiantato l’ipotalamo del soggetto A nel soggetto B. All’inizio volevamo operare una sostituzione, ma poi abbiamo deciso per un affiancamento. Bisogna dire che il livello chirurgico di Karl è davvero eccelso: ha riconnesso l’ipotalamo senza un tremito. Il soggetto è sotto anestesia totale, domani ne verificheremo il risveglio.

4 Novembre 1943

L’esperimento ha avuto successo solo a metà. Il soggetto B si è svegliato, ma apparentemente in preda alla confusione. I ricordi dei due gemelli si sovrapponevano senza soluzione di continuità, e non c’è stato modo di ricondurre alla coerenza il soggetto. Alla fine l’abbiamo sedato nuovamente. domani riprenderemo l’esame.

5 Novembre 1943

Apparentemente qualcosa ha spostato l’ago della bilancia verso i ricordi del soggetto B. L’esemplare in questione manifesta però delle crisi sporadiche di affioramento dei ricordi, durante le quali si comporta come se conoscesse la fine fatta dal soggetto A, minacciando anche fisicamente i presenti.

6 Novembre 1943

Certe volte dubito che Karl sia umano. Oggi il soggetto era in preda ad una crisi più violenta del solito, ed in qualche modo è riuscito a sfilarsi le fasce restrittive dai polsi e ad avventarsi su di lui. Il soggetto manifestava una risoluzione chiaramente mossa dalla pazzia, ma Karl l’ha atterrato con un colpo secco alla nuca, e poi ne ha estratto l’ipotalamo con le mani nude. Non so come diamine abbia fatto, ma quella non è morta. Non subito almeno; al suo risveglio ha assunto lo stesso stato catatonico che aveva prima del trapianto, per morire poi due ore dopo.

Karl mi ha chiesto quando arriva la prossima coppia; francamente, non vedo l’ora.

(dal diario del dottor Mengele)

Retroscena: N/A .
miniatura - impresa - Cappuccetto Rosso
miniatura - impresa - Angry Mob
miniatura - impresa - Bio-Hazard
miniatura - impresa - Morto
miniatura - impresa - Una Bomber
11

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.