- La pagoda
avatar - bund - n20 emerald hotel
9:30 pm, 2 April
2106
20 on the Bund - Emerald Hotel

Fondato nel 1930 da un trafficante d’oppio, l’allora Cathay Hotel rappresentava il futuro e il progresso di Shanghai, non meno di quello che negli anni ‘90 avrebbe rappresentato l’Oriental Pearl Tower dall’altra parte del fiume o, nel 2027, l’apertura del Lunar Interchage and Communication Centre.

(04:04:56) Florence:
avatar - PG - Faith

Faith: Mi piace salire all'ottavo piano dell'Emerald. Gabriel mi strozzerebbe se lo venisse a sapere, ma mi piace davvero venire qui alla sera, specie quando ho avuto una giornata difficile. E la giornata è stata difficile, oggi: sono rimasta bloccata al giornale dopo l'alba e non sono riuscita a dormire, tutti erano troppo in subbuglio per l'edizione del pomeriggio e l'intervista a mio nonno. Avrei davvero voluto vederlo, ma poi cosa gli avrei raccontato? Quando succedono cose come queste, e mi riferisco a incidenti come quello al parco, basta la semplice domanda come va? a mandarmi in agitazione.
Per questo mi piace venire qui. Gente tranquilla e nessuno mi disturba. L'ottavo piano è dove di solito fanno le feste, ma nei giorni normali offre un lounge bar e la bellissima terrazza è sgombra da astruse decorazioni, a parte la pagoda fissa in un angolo verso il fiume. Rimango all'angolo opposto, con il mio white russian macchiato che si intona al colore del piccolo turbante rosa con cui ho raccolto i capelli. Ultimamente non mi piace andare in giro a capo scoperto, ma il drappo di stoffa che scivola su una spalla mi dà comunque la sensazione dei capelli sciolti, ed è una buona via di mezzo. Sarei troppo in imbarazzo se avessi la sensazione di non avere capelli...
Guardo il fiume ed un vimana atterrare, e mi viene da ridere se ripenso al modo in cui Josephine ha raccontato il suo ritorno. Secondo me si è divertita, sotto sotto.

(04:05:58) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: "...e questa è la terrazza, ma preferiremmo tu tenessi il tuo spettacolo nel salone."
Lancio un'occhiata veloce ai presenti. Qualche coppietta venuta a godersi la vista, un paio di cinesi dalla città vecchia che probabilmente sperano di parlare con madame Wuxia e una tizia di spalle con un turbante e un drink. La pagoda ha le tende tirate e all'interno, su uno dei due letti da oppio, indovino il profilo della mia padrona. Sembra stia aspettando qualcuno, ma non ho avuto tempo di controllare l'agenda. Quello del catering, forse?
Torno a concentrarmi sul mago. "Qualche domanda?"
So che gli ho mostrato gli altri piani molto brevemente, ma non dovrebbe importargli di molto oltre che della lobby e di questo piano. Nel retro ci sono le cucine, ma è il caso che le veda? No, direi di no. Insomma, se ha delle domande le farà ben lui!
Do un colpo d'anca per sistemare la minigonna di strass, che mi tintinna sulle cosce, sulla giarrettiera e sulla fondina della deringer remington a due colpi. È piccola, ma è l'unica che posso nascondere in questo vestito.

(04:39:40) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Non male questo hotel. Ho fatto spettacoli un po' ovunque ma mai in ambienti simili. Non è da me ma mi sento spaesato in un salone tanto elengante e spazioso. Non so se sia il posto o l'orientale che mi ha trascinato dall'ingresso a qui un piano dopo l'altro senza lasciarmi il tempo di capire quante rampe di scale abbiamo fatto. Adesso poi dopo tutta questa tirata cuole sapere anche se ho domande... e chi ha avuto il tempo di pensare? "A che piano siamo?". Mi rendo conto che è una domanda sciocca, mi concentro meglio e, facendo finta che sia il seguito della frase appena iniziata proseguo "Durante le resurrezioni, ogni tanto, capita che la sitauzione sia più difficile del previsto e potrei avere la necessità di prendere al volo degli strumenti dal mio carro..." No, non funziona ancora, le leggo già in faccia un "Nessun problema abbiamo una stanza libera proprio là dietro". Infatti sta quasi per alzare il braccio e indicare da qualche parte, faccio finta di nulla e proseguo "... strumenti che, per motivi professioniali, preferisco non escano dal moi carro se non è proprio indispensabile. Insomma mi sarebbe utile poter avere il mio mezzo il più vicino possibile, per ogni evenienza."

(04:41:45) Florence:
avatar - PG - Faith

Faith: Mi giro appena: ho sentito delle voci? Beh, è normale aver sentito delle voci, c'è gente. Con la coda dell'occhio vedo una giapponesina in tenuta da charleston e un occidentale abbottonatissimo che lì per lì non mi è nuovo, anche se non ricordo dove l'ho già visto. Anche la giapponesina, con quella sua faccia tonda come la luna, non mi è affatto nuova, davvero, e mi trasmette un presentimento meno felice dell'altro, che tutto sommato sembra essermi istintivamente simpatico. Come la sensazione che dovrei guardarmene. Chissà, davvero, dove li ho già visti...
Cerco di voltare la testa nel modo meno visibile che posso, anche se non è facile col turbante che mette in evidenza il collo in questo modo e l'apertura del vestito che mi lascia in bella vista mezza colonna vertebrale. Io questo vestito nemmeno lo volevo comprare, tutta colpa di mio padre, come al solito. Ogni volta che andiamo insieme a fare shopping torno a casa con vestiti che mi coprono per meno della metà e che costano più del doppio del mio budget. Per fortuna che, almeno, paga lui.
Bevo un sorso del mio cocktail ghiacciato... ma dove sono quei due? Devo essermi distratta. No, sono ancora lì. Lui parla a ruota, lei è rimasta con il braccio a mezz'aria in un gesto congelato.

(04:51:15) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Ci sarà un motivo per cui tutti i cretini arrivano da noi, e il motivo probabilmente è che non possiamo permetterceli intelligenti. Lo guardo. Il braccio ancora a mezz'aria con cui stavo per indicargli locali spogliatoio e magazzino sul retro, dal lato delle cucine. Ha l'espressione serafica di chi ha appena detto la cosa più normale del mondo. "Siamo all'ottavo piano." Per un momento, mi passa per la testa di rispondere semplicemente così, e aspettare che arrivi da solo alla conclusione. Poi mi decido che non ho tutta la notte per aspettare. "Stai dicendo che vuoi portare il tuo barcone su per quattro piani?"
Ora che ci penso, un modo ci sarebbe anche, ma ci costringerebbe a montare l'intero carro qui in terrazza. Avrà bisogno di una pulita, quell'affare. Indico il punto in cui sosta l'indiana di spalle. "Se lo motiamo lì, andrebbe bene? Ma a questo punto dovrai farci il palco attorno, e prega che non piova."

(05:18:41) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Ottavo piano? Avevo davvero perso il conto ma anche lei deve aver problemi con i numeri, che c'entra adesso il quarto piano? A quanto mi risulta i cinesi non hanno senso dell'umorismo e non conoscono il sarcasmo quindi la proposta portare fin sul terrazzo il paradiso degli animali, per quanto sembri strana anche a me, deve essere seria. L'ho sempre detto che chi è pieno di soldi ha sempre la soluzione per fare le cose come si deve. "Sul terrazzo starebbe benissimo, e se piove il mio palco ha un tendone che posso aprire al volo". Intanto che parlo del tendone cerco di osservare meglio il terrazzo per vedere se ci sia realmente posto per farcelo stare, ma anziché sullo spazio disponibile lo sguardo mi casca su un'indiana seduta a bere. L'ho già vista da qualche parte sono sicuro. Quando si volta nella mia direzione per guardare me o la mia guida la riconosco, più per l'aria tra lo sperduto e il nervoso che per il viso. Per fortuna ho lasciato Ulla a controllare la barc... il carro, quando è su strada è un carro... non riesco a farci l'abitudine. "Avete un buon servizio di sicurezza vero? A parte il materiale che mi serve non mi piacerebbe tornare al piano terra a fine serata e trovare che un altro gruppo di gente con le torce ha deciso di farmi una sopresa". Ok, l'ultima volta l'indiana mi è sembrata preoccupata quanto gli altri per la piccola folla di facinorosi, e io non credo ai segni premonitori... ma vederla di nuovo proprio dove, se tutto va bene, so per procurarmi un bell'ingaggio non è un buon segno.

(05:20:48) Florence:
avatar - PG - Faith

Faith: Oddio ora mi ricordo chi è la giapponese! E perché ha indicato nella mia direzione? Le dita iniziano a tremarmi e rovescio un sorso di white russian sulla balaustra di pietra, macchiandola di rosa. Devo posare il bicchiere per nascondere la macchia.
Mi giro strofinando i palmi delle mani sulle braccia. Mi avrà riconosciuto? Certo che mi ha riconosciuto, altrimenti perché dovrebbe indicarmi? Oddio oddio oddio, se mi faccio sparare Gabriel mi ammazza. Un'altra volta, intendo.
Alzo una mano, cercando di attirare l'attenzione di un cameriere che mi porti il conto.

(05:27:49) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Schiocco le dita fermando un cameriere nella sua avanzata verso l'indianina di spalle, e gli tolgo il datapad dalle mani. Picchietto con due dita, richiamando la pianta dell'edificio. "Noi siamo qui." Gli mostro la terrazza accanto alla quale un bel indica il piano. I numeri in cinese sono così ordinati, precisi, lineari. Questi numeri occidentali mi confondono sempre. "Da questo punto - (indicando un'area del vicolo accanto all'albergo) - faremo dei carichi per i fuochi d'artificio, solitamente li facciamo con... beh, è una via di mezzo tra un pallone aerostatico e un aquilone." A questi occidentali bisogna sempre spiegare le cose in un modo che conoscono. "Ci fa buona pubblicità. Quanto pesa il tuo barcone? E, a proposito, sei assicurato?"
Non che me ne freghi qualcosa, ma la compagnia di trasporti aerostatici lavora con noi solo perché madame Wuxia ha delle foto del loro amministratore delegato vestito da donna in una delle nostre suite: non so come se la senta di procedere nei confronti di estranei.

(05:49:04) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Un pallone aerostatico? Perché non ci ho pensato quando ho mandato i progetti a quell'ingegnere tedesco? "Quanto pesa? Non saprei, non l'ho mai messo su una bilancia." L'ingegnere mi aveva detto qualcosa sul peso e sui permessi di circolazione su strada... "Qualcosa attorno ai 40 quintali?". Davvero vuole sapere se sono assicurato? Le due sole volte che ho parlato di assicurazione per una festa era sempre il padrone di casa a pensarci. "Per quanto riguarda l'assicurazione... il paradiso degli animali è solido come una roccia, ma se non vi fidate del vostro pallone immagino che vi siate assicurati voi." Ho appena finito di dire quest'ultima frase che mi ricordo di non aver ancora in mano il contratto per lo spettacolo. Nota personale: "Anche se i cinesi non conoscono il sarcasmo, ricordarsi di usarlo sempre e solo DOPO aver messo nero su bianco o le mani sui contanti."

(18:11:43) Florence:
avatar - PG - Faith

Faith: Il cameriere è stato bloccato e la giapponesina sta armeggiando con il suo datapad. Starà guardando cosa ho bevuto? È solo un white russian macchiato poco alcolico, io non bevo tanto, praticamente è un aperitivo!
Mi stacco dalla balaustra e mi giro verso la vetrata che dà sul salone. Mettersi in movimento è la cosa peggiore quando qualcuno ti sta guardando, ma proprio non ci riesco a stare ferma. Ora anche quell'altro (che ancora non ricordo dove ho visto) mi ha lanciato un'occhiata sospettosa. Ma che vogliono tutti? Non è colpa mia se è mio padre!
Andando verso l'interno, vado a sbattere contro una giovane orientale con i capelli bianchi che sembra aspettare qualcuno, e sembra decisamente sulle spine, oltre a tentare di nascondersi da due cinesi in terrazza. Spero non sia anche lei con la giapponesina.

(20:32:03) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Sorrido, e il sorriso che mi esce non è propriamente amichevole. Con la coda dell’occhio sto seguendo l’indiana che si è messa in movimento con aria piuttosto agitata. 待て!, ora ho capito chi è. Con quel turbante non l’avevo riconosciuta.
Mi guardo attorno. Sarà sola o sarà venuta accompagnata? E’ tutto il giorno che mi aspetto venga a riprendersi la pistola (e magari a restituirmi il proiettile). ”Sì, beh…” prendo tempo con l’amico degli animali, che alla parola assicurazione pare essersi abbastanza irrigidito. Mi ci vuole qualche istante per raccogliere nuovamente i pensieri in inglese: la Gabrielyevna sta uscendo, forse è davvero sola. E quando è sola, definirla inoffensiva è generoso.
”Bene, possiamo coprire noi tutte le pratiche assicurative in merito a danni prima e durante lo spettacolo - (sì, certo, sicuramente) - e la farfalla dovrebbe sollevare fino a 3,5 tonnellate - (questo dato sarà il caso di verificarlo con la compagnia) - ora l’ultima cosa che mi preme accertare riguarda la… materia prima per il suo spettacolo.”

(02:58:26) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Non so se ma mia guida abbia colto le mie occhiate all'indiana ma anche lei sembra averla notata. Forse l'aveva vista anche lei al parco. Magari ha ricordato i miei trascorsi in India e ha collegato le mie preoccupazioni per la sicurezza con la presenza di quella donna dall'atteggiamento sempre più nervoso. Vedendola fuggire dal parco mi ero convinto che fosse solo una brava ragazza un po' sperduta, ma più diventa agitata più michiedo se la prima impressione e i primi sospetti fossero quelli giusti. La mia analista avrebbe detto che è solo paranoia... certo, un'indiana ti appare davanti e un gruppio di uomini con delle torce accese... paranoia... devo essermi distratto un attimo. L'orientale ha nominato di nuovo l'assicurazione, non ho seguito cosa abbia detto di preciso ma aveva l'aria rassicurante quindi decido di considerare a posto almeno quella parte. Non mi perdo una parola della sua domanda invece, più che altro perché di solito le domande su questi dettagli tecnici sono il preludio della conferma dell'ingaggio. "Solitamente pubblicizzo prima i miei interventi e le persone si presentano già con i loro cari animali. L'altra sera ho iniziato proprio scegliendo in mezzo al pubblico. Solitamente però preferisco rivolgermi ai veterinari in zona o agli zoo per procurarmi qualche paziente con una certa dignità. Magari potete indicarmi qualche nome?"

(03:34:06) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Bene, se n'è andata. Forse per questa volta sarà davvero una notte senza troppe sorprese. "Guardi, è insolito persino a Shanghai che qualcuno si presenti a un cocktail party con il proprio barboncino morto, e non vorremmo pubblicizzare la Sua presenza. Preferiremmo fosse uno spettacolo a sorpresa..." - ed è nostro desiderio evitare folle inferocite armate di torce, anche se sarebbe comunque molto insolito che gli attivisti dello sprawl si spingessero sul Bund fino a questo punto senza essere buttati nel fiume prima. "Ho già contattato il serraglio per... altre componenti della serata, e ho chiesto loro che animali avrebbero potuto fornirci. Senza specificare il motivo, ovviamente, ho chiesto loro di indicare anche la causa della morte, benché alcune fotografie fossero... autoesplicative."
Picchio le dita sul datapad, forse un po' troppo forte, e richiamo l'elenco illustrato che mi ha fornito il serraglio giù in città vecchia. Mi avvicino quasi per appoggiare la mia spalla alla sua: non è buono per gli affari che gli ospiti del bar vedano una carrellata di animali morti malamente. E mi godo il momento in cui l'amico degli animali vedrà queste foto.

  • n.1 panda gigante (Ailuropoda melanoleuca, con un foro calibro 7.62 autoinflitto alla tempia destra;
  • n.2 alligatori della Cina (Alligator sinensis), con bruciature al cranio e alle zampe anteriori;
  • n.1 cervo dalle labbra bianche (Cervus albirostris), intatto e in ottimo stato di conservazione, coscia posteriore sinistra asportata post mortem;
  • n.1 ghiro cinese (Chaetocauda sichuanensis), colpito da narcolessia a dieci metri di altezza;
  • n.1 tartaruga scatola di McCord (Cuora mccordi), trovatasi sul pavimento nella gabbia del ghiro;
  • n.1 gatto di Biet (Felis bieti), morto di vecchiaia e ultimo della sua specie;
  • n.1 ghimuro di Hainan (Neohylomys hainanensis), soppresso con monossido di carbonio causa sovrappopolazione della gabbia;
  • n.1 talpa toporagno ficcanaso (Uropsilus investigator), risucchiata dall'aspirapolvere mentre veniva pulita la sua gabbia;
  • n.1 uccello del paradiso reale (Cicinnurus regius), intatto e in ottimo stato;

(03:54:56) Vrykolakas:
avatar - PG - Wuxia

Wuxia: Il padiglione rosso a forma di pagoda è sufficientemente grande per ospitare solo due lettini da oppio e un tavolo basso per bruciatore e due bicchieri. Nelle serate normali potrebbe essere un privé da affittare a caro prezzo, ma a questo e ai miei gioielli di giada proprio non riesco a rinunciare. Dal lettino rivolto verso il fiume, su cui ho deciso di attendere il mio ospite, attraverso le tende leggere si vede lo Huangpu e lo sprawl, con l'Oriental Pearl Tower e il suo hotel Hillton rivestito di glitter rosa. Nella notte, alle luci della città nuova, scintilla come un gigantesco obelisco al cattivo gusto. Alla mia sinistra, oltre la tenda, c'è solo la balaustra di pietra e più in là intravedo il tetto del North China Daily News. Alla mia destra la terrazza si intravede appena, ma riconosco Yin che sta parlando con un occidentale. Sarà quello che sto aspettando io? No, quello che aspetto io è cinese...
Tiro una boccata d'oppio.
Ah, sì, probabilmente è il... tassidermista? Mago? Cos'è che faceva? Non so nemmeno perché io debba incontrare quest'altro, ma spero solo che Yin non spaventi troppo il nostro prestigiatore. Perché, di due collaboratrici, devo averne una incapace a farsi valere e l'altra che riesce a farsi valere solo sparando alla gente e non lo fa nemmeno sufficientemente bene?
Appoggio una caviglia sull'altra osservando la punta della scarpa bianca, che spunta da sotto il bordo del cheongsam lungo, verde smeraldo. Quando arriva, questo macellaio?

(04:03:48) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: I tipi giù sotto, alla reception, sembrano prendere per buono quello che dico loro, e cioè che devo incontrare una certa madame Wuxia per una fornitura. Ammetto che non pensavo mi avrebbero fatto entrare, probabilmente qualcosa di vero c'è in quello che mi ha detto la pazzoide.
Mi fanno salire svariati piani di questo tempio del lusso inopportuno, e mi fanno entrare in una sala che da su una terrazza. Mi fanno cenno di attendere, mentre loro vanno ad avvertire madame che sono arrivato (presumo). Si dirigono verso una specie di pagodina rossa da cui scaturisce un odore familiare. Intensifico la percezione olfattiva, e annuisco a me stesso: oppio. La cosa si fa interessante: avrò a che fare con una dipendenza da papaveri?
Non mi resta che attendere.

(04:46:21) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Mettendomi il datapad davanti al naso la mia guida abbozza un mezzo sorriso. Il tipo di mezzo sorriso che potrebbe fare qualcuno che si pregusta la tua espressione al primo boccone di un piatto arricchito da una forte dose di wasabi. Il mezzo sorriso di chi mentalmente sta dicendoti "vediamo se reggi questa roba". Guardando le foto è facile capire cosa si stia aspettando l'orientale, ma credo che la deluderò, in anni di carriera i miei clienti mi hanno messo davanti aglio occhi conciati molto peggio, e in quel caso erano "dal vivo". Odio i datapad testuali... perché non ne hanno mai uno con solo audio e video? Scorro rapidamente le immagini e mi soffermo solo sulla descirzione di quelli conciati meglio. "n.1 panda gigante (Ailuropoda melanoleuca, con un foro calibro 7.62 autoinflitto alla tempia destra... questo lo eviterei" Credevo che senza pollici opponibili non potessero sparare. "A volte gli animali trapassati per una morte violenta al risveglio si rivelano un po'... diciamo un po' troppo vivaci e un animale di quelle dimensioni in mezzo a una festa non credo che sia nei vostri progetti per intrattenere gli ospiti." No, il panda non è davvero il caso, nel retro del carro non ho appastanza carica per un panda. "n.1 cervo dalle labbra bianche (Cervus albirostris), intatto e in ottimo stato di conservazione, coscia posteriore sinistra asportata post mortem. Il cervo quanto pesa? Potrebbe essere un buon finale." Seque l'immagine di due qualcosa spiaccicati, non sto nemmeno a leggere, sembrano inutilizzabili. "n.1 gatto di Biet (Felis bieti), morto di vecchiaia e ultimo della sua specie. Il gatto invece sarebbe un lavoro interessante. Il serraglio paga per le resurrezioni oppure mi cede la propietà degli animali?" Ancora non abbiamo parlato di denaro ma quasi quasi gli propongo un parziale pagamento "ad asta". Quando gli animali resuscitati sono abbastanza interessanti con un'asta c'è da tirare sempre su qualcosa in più. Sul datapad altri due animali che sembrano troppo topi per i miei gusti, di topi ne ho fin sopra ai capelli. "n.1 uccello del paradiso reale (Cicinnurus regius), intatto e in ottimo stato. Questo mi sembra ottimo. un uccello così colorato che ricomincia a battere le ali è sempre un bellissimo inizio. Sì decisamnete se il serraglio non fosse interessato a pagare un'asta ci starebbe bene." Mi rendo conto solo dopo averlo detto che non avevo ancora accennato all'idea dell'asta.

(04:55:46) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Ho un brivido e mi guardo attorno più volte. Sono tentata di dargli una gomitata nelle costole, qualunque cosa, purché la smetta. Gli pare il caso di snocciolare così ad alta voce questo piccolo elenco degli orrori? Però devo ammettere che il ragazzo ha sangue freddo e professionalità. E non è privo di buone idee, anche se il commento sui panda mi fa sorridere. Un un animale di quelle dimensioni in mezzo a una festa è esattamente quello che abbiamo in mente per intrattenere gli ospiti. Ma non è necessario che lui lo sappia. L'idea dell'asta invece mi pare buona. Come esprimergli questo concetto senza che si monti la testa?
"L'idea dell'asta mi pare buona. Il serraglio ci regala gli animali - (in realtà ci paga per smaltirglieli ma, di nuovo, non è necessario che lui lo sappia) - e alla festa ci saranno persone con sufficiente disponibilità per comprarsi un uccello del paradiso sull'onda del capriccio. - (e dell'alcool) - Il gatto di biet, poi è un animale potenzialmente estinto: immagini la pubblicità positiva che ne ricaverebbe - (e che ne ricaveremmo) - a riportarlo tra noi." Chi cazzo se ne frega? Tanto creperà di nuovo.

(04:56:18) Vrykolakas:
avatar - PG - Wuxia

Wuxia: Mi sto godendo la vista di Shanghai e sto pensando a quando credevo di averla tutta per me. Non un buon momento. Sono quasi contenta quando arrivano ad annunciarmi che c'è qui per me un certo... T'ien Tao? Ho capito giusto? Chi mai si sceglierebbe un nome del genere? Annuisco e allungo la mano destra verso il tavolino, aspettando che uno dei due primati senza pollice opponibile capisca cosa voglio. Mi prende la tazzina di tyl e la mette tra le mie dita. Forse avrei dovuto farmi le unghie alla mandarina, per ricevere questo tizio, ma mi si spezzano sempre. Specie nel sonno. È davvero incredibile, dovrei chiedere a Yin di sorvegliarmi mentre dormo per vedere cosa faccio...
Vedo l'altro dei due che sta tornando verso l'ingresso al salone, probabilmente per avvertire il mio ospite che può passare. Mi domando se incrocierà Bianca, anche se mi sembrava intenzionata a nascondersi per non incontrarlo. E mi domando che faccia abbia uno che ha inventato conigli rapidamente disossabili.
Indosso il mio sorriso più zen e mi preparo a riceverlo.

(05:18:17) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Uno dei due gorilla resta nel padiglione, l'altro viene verso di me e mi sussurra di entrare. Mi dice anche che madame è di malumore, di non darle fastidio. Vedremo.
Entro nella pagoda, trovo il tutto altrettanto inopportuno del resto dell'albergo, ma tant'è, le nuove generazioni non sanno cosa sia l'eleganza cinese. La tipa che mi osserva è abbastanza piacevole, anche se si da troppe arie (ma forse se le può permettere, visto il luogo). Le faccio un profondo inchino e la saluto.
"Molto onorevole madame, le porgo i più umili e rispettosi saluti da parte della Pereira

(05:45:02) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Alla fine della mia scelta la mia guida sembra più sconvolta di quanto probabilmente si aspettava sarei stato io.
Cerco nelle tasche uno dei miei volantini con le istruzioni per la migliore conservazione degli animali. "Nelle descrizioni non era indicato da quanto tempo siano trapassati questi poveri animali, ma questo potrebbe esservi utile in ogni caso nell'attesa dello spettacolo e per garantire che il loro ritorno tra noi proceda nel modo migliore". Con la consegna dei "suggerimenti per un miglior riposo temporaneo" sono un passo più vicino al garantirmi questo ingaggio. Vediamo se riusciamo a qualcosa di più concreto. L'idea dell'asta sembra esserle piaciuta, direi che è il modo migliore per introdurre l'argomento denaro. "Per quanto riguarda l'asta... ci sarebbe da decidere come suddividere il ricavato. Visto che vi occupate voi di procurare gli animali una divisione al 50% potrebbe essere la soluzione più semplice. In tal caso il mio compenso per il resto dello spettacolo resterebbe a tariffa piena. In alternativa... mi sembra di capire che a voi potrebbe interessare più la pubblicità derivante che il mero incasso dell'asta in se, in tal caso potrei valutare una diminuzione del... 30% del mio compenso base.". Vediamo se abbocca. Il posto sembra particolarmente ricco e più sono ricchi più sono assetati di sconti. Con un gatto estinto, una sala piena di gente abbastanza ricca e un'asta gestita bene potrei andare decisamente in attivo anche facendo lo spettacolo gratis.

(05:51:33) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Mi passa accanto un cinese ben vestito che si guarda attorno con quella tipica aria da chi non ha mai visto la terrazza di un hotel cinque stelle extralusso o che, comunque, non la vede da un bel po' di tempo. Sicuramente il topo che Bianca ha scovato nella città vecchia a giocare con i conigli. Arriccio il naso per lo schifo e il fastidio. Pensano che io non lo sappia? Questo è il tizio che ha trasformato l'animale della luna in un cavatappi disossabile al suo capriccio. E un'idea così... così... così occidentale.
Lo guardo meglio.
Sembra proprio cinese, che strano.
Sarà un altro di quei bastardi che dall'arrivo degli inglesi cercano in ogni modo di farsi benvolere. Un po' come stiamo facendo noi, insomma.
Mi riscuoto e torno a quello che mi sta dicendo il mercenario degli animali. "Sì, certo." Prendo il volantino che mi sta porgendo e solo dopo mi rendo conto di cosa sia. Non credo a quello che vedo. Suggerimenti per un miglior riposo temporaneo? Inizia a sfiorarmi il pensiero che questo tizio ci stia prendendo tutti per il culo, per dirla con un modo di dire occidentale. Ma siamo arrivati a parlare di soldi e devo restare concentrata.
"Sì, la seconda soluzione mi sembra migliore. Anche se devo ammettere che sto avendo delle difficoltà a convincere gli investitori dell'albergo - (plurale, certo, come no) - In fin dei conti non posso dire di averLa mai vista all'opera: temono che lo spettacolo risulti...troppo forte." Già. Me li immagino, tutti scandalizzati: quella è gente che non farebbe difficoltà, in piena festa, a mangiarsi lui, il suo baraccone e i suoi animali.

(05:52:00) Vrykolakas:
avatar - PG - Wuxia

Wuxia: Gli sorrido. Per essere di bell'aspetto è di bell'aspetto, ma infila più parole al minuto del presidente cinese. Gli mostro l'altro lettino con la mano che non regge la tazza e mi raddrizzo, posando a terra entrambe le scarpe contemporaneamente. La gonna di questo vestito non mi consente di fare molto diversamente. "Si accomodi, La prego. Le confesso che... - mi interrompo come se avessi notato solo ora il braciere dell'oppio e lo indico con due dita della mano libera. - La disturba? Lo faccio spegnere?"
Lo scimmione che finge molto male d'essere un cameriere rimane fuori dal padiglione, dandomi le spalle. Dove li prendo, questi sciagurati? Beh, attendo. Dalla risposta ad una domanda sull'oppio, trovo sempre si possano capire molte cose su un uomo e su quello che sta pensando.

(06:14:28) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Lo faccio spegnere? Non lo spengo ma lo faccio spegnere. Beh, almeno ha classe, mi ricorda 慈禧太后; anche la deliziosa aura di decadenza è la stessa. Forse questa qua è più occidentale, ma siamo li.
Si è offerta di spegnere la pipa, ma non ne ha offerto a me. Non c'è problema, starò al gioco. "Non c'è necessità, o munifica signora. Questo umile individuo non prova fastidio di fronte al consumo del papavero, e non ne è disturbato." Mi accomodo su uno dei lettini comunque, non mi dispiace un po' di lusso all'antica. Chiudo gli occhi per un momento, e mi sembra di essere ritornato ai tempi felici dei 清朝. Ma è il momento degli affari, riapro gli occhi e guardo con aria affettatamente colpevole la (potenziale) cliente. "Mi dica dunque, ciò che la sua onorevole collaboratrice ha richiesto - circa millecinquecento jin di coniglio, più altre piccolezze - corrisponde a quanto desidera servito alla sua onorevole festa? Immagino vi siano molti europei tra gli invitati." O altrimenti non si spiegherebbe perchè voglia quasi una tonnellata di coniglio. "Ovviamente siamo in grado di soddisfare ogni sua richiesta, dietro adeguato accordo ovviamente."

(06:54:21) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Cerco di non farmi distrarre dal cinese che ci è passato accanto. Non lo avrei notato se non fosse stato per lo sguardo astioso che gli ha rivolto la ragazza. "Mi spiace che non abbia potuto apprezzare appieno lo spettacolo." Difficile vedere qualcosa quando si sta dietro al carro e al palco. "Posso garantire che, con gli animali che abbiamo appena valutato assieme" - e con un buon servizio di sicurezza che tenga lontani gente come gli integralisti dell'altra sera - "non c'è rischo che qualche animo possa risultare troppo turbato." Integralisti a parte, il massimo che mi è mai successo è che qualche ricca ed emozionabile signora sia svenuta in prima fila o che se ne sia andata in lacrime al pensiero di chi sa quale animale domestico. "Comunque, se i timori sono quelli, posso improntare lo spettacolo più sull'aspetto poetico del ritorno alla vita di ciascun animale. Mi servirebbe solo qualche informazione su ciascun animale. Per esempio, il nome, eventuali persone con cui fossero in sontonia... un riassunto di chi erano in vita insomma." Non che non sia in grado di inventarmi qualcosa da solo, ma c'è sempre il rischio che sia presente qualcuno che conosceva l'animale in questione ed è quasi impossibile recuperare l'atmosfera rotta da un "Ehi ma quel pappagallo si chiamava Bill, non Cocorito!".

(19:28:26) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Sto cercando di tener d’occhio il padiglione di madame Wuxia all’angolo del mio cono visivo (che ci sia solo quell’imbecille di un gorilla a guardia mi lascia poco tranquilla), eppure l’idiozia di quest’individuo di fronte a me è di una qualità tale che non riuscirei a distrarmi nemmeno volendo. Nome? Persone con cui fossero in sintonia? Ha davvero detto in sintonia? Secondo lui il cervo aveva un analista personale? ”Penso si possa lavorare d’immaginazione sia sull’uccello del paradiso che sul gatto. Il gatto, poi, essendo l’ultimo sopravvissuto della sua specie… beh, penso di non doverLe dire io come sfruttare la cosa. Molti dei nostri ospiti sono particolarmente sensibili a cose come la morte e la resurrezione. Siamo pur sempre a Shanghai.”
A proposito, ho dimenticato di chiedergli se lavora anche di giorno. Avendolo visto esibirsi a quell’ora della sera, penso di sapere la risposta, ma conviene chiedere. Io stessa ho cominciato anni fa ad avere difficoltà a muovermi alla luce del sole, che alla fine dei conti non mi è mai nemmeno piaciuta molto. ”Lei che orari fa?”

(19:50:41) Vrykolakas:
avatar - PG - Wuxia

Wuxia: Faccio un cenno d’assenso, rigido e appena percepibile. Lo faccio senza piegare il collo, quasi l’inizio di un inchino, e conto che sia una risposta sufficiente alla domanda sugli europei. ”Ricorda Lei meglio di me il dettaglio dell’ordine, ne sono certa. - mento - Non sono addentro alle pertinenze di cucina. La base da cui vorrei partire con la discussione, tuttavia, non è quella di una semplice fornitura alimentare. Stiamo rivoluzionando il nostro approccio per quanto concerne i principali fornitori… e voglia perdonarmi se uso espressioni tanto triviali e inadatte. La merce verso cui desideriamo orientarci, in ogni ambito di nostro interesse, deve essere innanzitutto caratterizzata da un’altissima efficienza nella lavorazione, ed è per questo che siamo stati… attratti dalla sua idea riguardo ai conigli. Tuttavia desidererei trovare un fornitore che sia in grado di comprendere lo spirito di alcuni ricevimenti, e mettere in atto consistenti modifiche, come si usava fare alle corti dei cardinali italiani nel rinascimento. I miei scalchi di recente mi hanno delusa: voglio tornare a servire unicorno per il banchetto d’inverno e pasticci da cui escano in volo quaglie e farfalle, voglio foglie di tè che fioriscano dalla tazza tra le mani di una signora. Ma per farlo, avrei bisogno di qualcuno che sia in grado di fornirmi la materia prima adatta.” Appoggio la tazzina sul palmo dell’altra mano, rigida, e la lascio in quella posizione a scaldarmi il palmo in un piccolo cerchio doloroso. Poi con le unghie della destra ne faccio tintinnare il bordo.
L’insulso scimmione si affaccia nella pagoda e mi rivolgo al mio ospite. ”Gradisce del tyl?”

(03:38:48) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Ecco, adesso il discorso si fa interessante. Chissà se questa signora ha davvero conosciuto un cardinale romano nel sedicesimo secolo. Non ha importanza, potrebbe comunque essere una buona porta verso la cosiddetta alta società di questa città. Sono passati cinquant'anni in fondo, non credo ci sia più bisogno di tenere un basso profilo.
"Certamente, come potrei rifiutare un'offerta così gentilmente presentata?" Faccio una pausa ad effetto di qualche secondo. "Mi riferivo al the ovviamente. Ma certamente anche il resto del discorso ha attirato il mio indegno interesse. Le posso confermare che siamo in grado di fornirle un servizio completo per il Suo stabilimento, compreso di unicorni pronti alla cucina e fiori di the. Ma dirò di più: la nostra esperienza - posso dirlo senza timore di esagerare - secolare nell'ambito della bioingegneria ci permette di andare ben al di là di una semplice festa. Saremmo lieti di mostrarle un campionario dei nostri innumerevoli prodotti bioelettromeccanici... - altra pausa ad effetto - Ma mi rendo conto che l'urgenza chiama, e non possiamo quindi dilungarci in fantasiosi quanto - al momento - inutili castelli in aria. Le confermo la nostra disponibilità a fornire quanto richiesto per la festa e - e qui devo abboccare all'amo ed ingoiarmi anche tutta la lenza, si tratta di una stoccata tanto per me quanto per lei - arrivo a farle un'umile proposta: io ed il mio socio, lo stimatissimo ed onorevole hidalgo spagnolo señor Jacinto Pereira potremmo presenziare alla festa in modo da renderci conto delle Vostre necessità e farvi una proposta adeguata. Cosa ne pensa?"

(04:23:44) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Ma questa mi ha preso per il primo idiota che passa? La fantasia per inventarmi l'intera vita di un animale non mi manca e di certo non mi è sfuggita nemmeno tutta la potenzialità di un gatto estinto. Scommetto che se fossi un prete che deve far un elegio funebre e le avessi chiesto che lavoro faceva il defunto e se aveva figli non se ne sarebbe uscita con un "Penso si possa lavorare d’immaginazione...". Vediamo se riesco a farmi capire meglio in un altro modo. "Sa, mi è capitato di riportare tra noi il cerbiatto di uno zoo una volta. Quando sì è risvegliato ho dato ad alta voce il bentornato a "Bambi"... peccato che nessuno mi avesse detto che quel cerbiatto in questione era famoso in cittò ma aveva un altro nome. I giornali della zona non hanno gradito." Per il gatto dovrò cercare almeno le informazioni base sul perché ne fosse rimasto solo uno. No, forse meglio tenersi sul generico per quell'aspetto, potrei scoprire che gli altri sono stati mangiati fa qualcuno del pubblico. "Ma in effetti sono solo dettagli. Tornando all'idea dell'asta: mi permetto di dare un suggerimento. Mi fermi se è qualcosa di cui vi siete già preoccupati. Vi conviene farvi rilasciare dal serraglio una dichiarazione ufficiale in cui vi cedono gli animali senza vincoli sulla destinazione d'uso o qualcosa de genere, non so quali siano i termini più adatti al vostro sistema legale." Non vorrei trovarmi di nuovo alle prese con l'avvocato di uno zoo come negli Stati uniti. Ah, stavo quasi dimenticando la domanda che mi ha rivolto. A meno che non fosse un modo per sapere "quando stacco", è strano che mi chieda a che ora lavoro, non hanno ancora deciso a che ora fare la loro festa? "Per i miei orari... nonne ho di precisi, preferisco il più possibile praticare dopo il tramonto."

(04:36:11) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Come immaginavo. "Non si preoccupi, abbiamo un legale." Un medico legale, ma questo non è il caso di specificarlo. "Inizieremo a predisporre il materiale per la festa da domani sera: mezza Shanghai, la metà tra cui scegliamo i nostri ospiti, sarà a teatro. Possiamo facilmente bloccare la strada e il vicolo laterale." Di nuovo picchio sul datapad mostrandogli la pianta dell'edificio. "Appenderemo lo stendardo lungo i sei piani di facciata fino a terra, e tutto quanto il resto. Può portare il carro nel vicolo anche questa sera: cominceremo col dargli una pulita e una sistemata all'esterno."
Seguo con gli occhi il gorilla andare e venire dal padiglione di madame. Cosa sta cercando, aggirandosi come una gallina senza testa? Alla fine ne arriva un altro con il vassoio del tè e lo intercetto a metà strada. Mi assicuro che tutto sul vassoio sia preparato a dovere e rimango nel mezzo della terrazza, a due passi dall'imbalsamatore a rovescio. Voglio vedere l'idiota entrare nel padiglione e fare quello che deve come deve farlo. Solo troppo tardi mi rendo conto di essermi preoccupata e mobilitata per nulla. Il té non era per madame, ma per mr stappaconigli. Arriccio il naso e torno a girarmi.

(04:45:30) Vrykolakas:
avatar - PG - Wuxia

Wuxia: Attendo che venga portato il té e gli venga posto di fronte, sul tavolino. Accanto vengono posizionate quattro ciotole basse di giada verde e una di giada bianca: chiodi di garofano, anice stellato, cassia, semi di finocchio e pepe di Sichuan nell'ultima. Riservo solo una parola per il gibbone quando ha terminato di sciacquare i bordi della tazza agitandola. "Lasciaci."
La mossa non piacerà a Yin, ma non amo discutere di alcune faccende con attorno esponenti degli scorsi due stadi evolutivi.
Prendo dei chiodi di garofano con due dita e li lascio cadere nella mia tazza, ancora piena per metà. Oltre la tenda con la coda dell'occhio distinguo la sagoma ondeggiante e poco convinta del mio gorilla che si allontana dalla pagoda. Per quanto possa averlo fatto in modo maldestro come al suo solito, Bianca deve aver lanciato l'esca. E quest'uomo l'ha raccolta in un modo originale che non posso dire non mi abbia lasciato divertita.
"Sarò estremamente chiara con Lei: questa è una festa estremamente importante e qualunque esperimento deve essere ridotto il più possibile. Come giustamente ha sottolineato, non possiamo permetterci fantasiosi ma inutli castelli in aria... - faccio una pausa per bere un sorso di té, che spande in me il suo calore e poco altro - ...non ancora, almeno. Lei mi sembra un uomo in cui posso decidere di scommettere, e la Sua presenza alla festa potrebbe effettivamente essere opportuna."

(04:58:53) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: "Molto bene, vedo che siamo sulla stessa lunghezza d'onda. Ma purtroppo, come sempre, quale foschia leggera nel mattino radioso, si presenta la questione del soldo. Ho già anticipato alla sua onorevolissima - come no - collaboratrice il prezzo dei nostri servigi. Usualmente prevediamo il pagamento anticipato per ordinazioni così grosse, ma per lei - pausa, vediamo se la mia sensazione è quella giusta - possiamo anche fare un'eccezione. Che ne direbbe di un pagamento a trenta giorni?" Mentre aspetto la risposta studio attentamente le sue reazioni, nel frattempo estendendo al massimo le percezioni uditive ed olfattive per percepire ogni sensazione. Non sarò bravo come Jacinto, ma qualcosa riesco a capirlo dalla chimica della gente che ho davanti. Un angolino del mio cervello mi dice di fare attenzione anche a quello che mi succede attorno; farò il possibile.

(05:32:31) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Non ho nemmeno fatto in tempo a guardare il datapad che la ragazza decide di dedicare le sue attenzioni a un gorilla che sta attraversando il salone con un vassoio. Fino a questo punto non ho dato molto peso al viavai attorno a noi ma interrompere il discorso proprio quando iniziamo a concretizzare è fastidioso. "Grazie per l'offerta di pulire voi il carro. Ovviamente parliamo solo di un lavoro esterno. All'interno provvedo personalmente e il mio cane è... diciamo abbastanza territoriale da non gradire personale delle pulizie nella zona notte." Non mi capita spesso di poter far dare una lavata gratis al paradiso degli animali.

(05:37:47) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: "Sì, chiaro." Non ho sentito cos'ha detto, ma sono sicura non abbia proposto lui per primo quello che quasi sto per proporre io: per pulire quell'affare dalle incrostazioni che ho intravisto, ci vuole come minimo il lanciafiamme. "Allora siamo d'accordo: scenda a spostare il carro, manderò qualcuno ad occuparsene."
Incredibile, fossero tutti così. A questo tizio è bastato offrire una pulita all'automezzo per fargli perdere di vista qualunque discussione monetaria. Non dubito che tornerà alla carica, ma per ora posso considerarmi soddisfatta. E dedicare completamente la mia attenzione a madame. Non mi fido affatto del cinese che Bianca ci ha portato in casa. Quella cretina ci farà andare in rovina. Ulteriormente in rovina.

(05:38:41) Vrykolakas:
avatar - PG - Wuxia

Wuxia: Trenta? Ebbene, trenta non è buono come sessanta ma è senz'altro meglio di anticipato. Eppure per questo tizio sarei anche stata disposta a vendere l'anello di Kangxi: c'è qualcosa nel suo modo di fare che ispira fiducia, qualcosa che sa di antico proprio come l'anello di Kangxi stesso. Antico e appropriato, anche se la sua affettatezza sembra tradire più di un paio di secoli. "A quanto pare, potremmo aver raggiunto un accordo."
Attendo.
È raro che si possa dire di aver raggiunto un accordo dopo una trattativa tanto breve, specie di questi tempi in cui tutti sembrano essere ossessionati dal denaro.

(05:50:45) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: A quanto pare non mi allontanavo molto dal giusto. A questi non importa pagare, importa non pagare subito. Non che abbia importanza anche se non pagano, non sarà qualche quintale di coniglio a mandarci in rovina. E, per quanto mi riguarda, l'invito alla festa vale tutto il coniglio che abbiamo in laboratorio. Sfoggio il mio sorriso più radioso, e mi rivolgo a lei con un inchino. "Accordo sia, dunque. Provvederò a farle consegnare la merce domani stesso - meno male che ho incominciato a stimolare il carnigeno già ieri o non ci saremmo stati coi tempi - e sarà mia cura sovrintendere personalmente alla consegna."
Non ho intenzione di far saltare il tutto, ed inoltre odio i lavori malfatti. Mi alzo e rivolgo un profondo inchino alla cliente. "Che il suo sentiero possa essere cosparso dei fiori di centomila alberi antichi, onorevole cliente." Appoggio delicatamente la tazzina sul tavolo, e stavolta senza prelevare DNA altrui. Non sarebbe educato. "Saluto ed omaggio, e spero che sia l'inizio di una fulgida e radiosa collaborazione."
Con la coda dell'occhio vedo che l'altra tipa mi sta tenendo sotto controllo. Sarà il capo dei gorilla o qualcosa del genere?

(05:55:09) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Ho guardato all'interno del salone, ma Faith non c'è, così esco in terrazza. C'è un'aria frizzante e si gode una splendida vista del fiume, anche se per qualche giorno avrei voluto continuare a non sapere nulla di vimana e barconi. E direi che avrei avuto moltissime cose da fare a casa, ancora, ma i risultati dell'analisi sul coniglio mi hanno dato un voltastomaco tutto particolare. Avevo bisogno di aria. Se solo Faith avesse scelto un posto meno pericoloso per farsi raggiungere...
Due cinesi stanno conversando ad un tavolino e una giapponese con un vestitino decisamente striminzito è piantata al centro della terrazza, a pochi passi da un biondino piuttosto rigido nella postura. Delle ombre si muovono nella pagoda all'angolo e intravedo una donna che ho visto su qualche giornale. Dev'essere la proprietaria dell'albergo, una della... triade di Shanghai, la chiamavano? Dicono che Gabriel abbia ucciso il suo socio che non aveva ancora messo piede sul suolo cinese. Erano sullo stesso volo da Bangkok. Quando si dice la sfortuna.
Chi sarà l'uomo?
Ma del resto, a me che importa?
È che ho come questa sensazione di averlo già visto, anche se questi cinesi alla fine si assomigliano un po' tutti.
Spero non ci siano telepati in giro.
O, se ci sono, spero solo non siano cinesi.
Evitando di avvicinarmi troppo alla giapponese discinta, mi muovo verso la balaustra della terrazza e spero che il tailleur nero sia un abito sufficientemente neutro per non attirare l'attenzione e per osservare un po' i presenti. In fin dei conti tra due giorni saremmo invitati a una festa qui e io non ho ancora deciso se venire. Sono sempre estremamente a disagio quando Gabriel è con lady Erodiade...

(06:03:38) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Ormai lho perso del tutto l'attenzione del'orientale. "Perfetto vado a prendere il carro. Parleremo poi degli ultimi dettagli." Inutile anche fare finta di accennare un saluto di qualche tipo, ormai non sta più guardando nella mia direzione da un pezzo. Va bene, vediamo se riesco a uscire senza perdermi... tanto per iniziare: a che piano ha detto che eravamo la cinese?

(17:21:19) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: E' entrata un'altra occidentale, aria di una che sembra appena venuta giù da un altro pianeta per cammianare tra noi mortali. Mortali si fa per dire.
Ma non posso distrarmi troppo: il cinese si è messo in movimento. Forse se ne andrà e tornerà a essere una giornata tranquilla.
Richiamo l'attenzione di un cameriere. "男孩,取一些酸,等待樓下. 现在." Se guida sempre come gli ho visto fare, l'amico degli animali potrebbe comunque metterci del tempo a spostare quel... quella cosa. Mi sposto verso la nuova arrivata, in modo da non dover incrociare il cinese nella sua strada dal padiglione al salone.

(17:29:10) Vrykolakas:
avatar - PG - Wuxia

Wuxia: Al suo perfetto ritsurei rispondo con un cenno del capo. Quest'uomo sa come comportarsi, su questo gravano pochi dubbi. E pensare che a Bianca aveva fatto una tal cattiva impressione... ma ormai ho imparato a non fidarmi del giudizio di Bianca.
Appoggio al cuscino il gomito che regge la tazza di té e torno a fissare il fiume al di là della tenda. Dice Confucio "Mangiare cibi crudi, bere acqua pura e farsi cuscino con il braccio piegato: la gioia sta anche in questo.
Contento lui...

(01:36:05) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Esco dalla pagodina rossa e mi dirigo verso l'uscita. C'è un certo quantitativo di gente in giro, mi immagino siano fornitori per la festa. Toh, ma guarda, una faccia nota. Mi dirigo verso la ringhiera. "Buonasera dottoressa, è un piacere incontrarla nuovamente. Spero abbia gradito la carne e voglia ritornare da noi prima o poi. Sappia che sarà sempre la benvenuta... non si incontra spesso gente con un curriculum così stimolante." Le faccio un inchino, ed attendo la reazione.

(02:14:53) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: L'ho visto arrivare verso di me, ma non vedevo perché preoccuparmi. Ora, mentre penso a cosa rispondergli, vedo mille motivi per cui avrei dovuto farlo. Abbozzo un sorriso con la sola metà destra della faccia, spero che esca sornione e non tradisca la paresi da panico. "Deve avermi confuso con qualcun altro." Eppure non posso rinunciare a raccogliere l'argomento di conversazione, la curiosità è troppa, la nausea è solo un lontano ricordo che mi rammenta di non mangiare mai una cosa verso cui nutro curiosità scientifica. Sono già sparita una volta, posso sempre sparire una seconda. Ma non prima di aver scoperto come sia riuscito questo tizio a imprimere una tale modifica genetica. "Dica, si può parlare di carne, con un oligocheta al 16% e quasi la metà di cefalopode? Dal punto di vista scientifico, oserei dire che è riduttivo."

(02:28:18) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Raccoglie l'invito, mi piace. Da come parla, direi che non sono andato lontano dal bersaglio. Uhm, deve aver portato le bistecche ad analizzare... come ho fatto io con lei del resto.
"Sono felice che sia interessata al mio umile lavoro. Ma se mi avesse avvisato che aveva interessi di tipo genetico non le avrei dato bistecche prelevate dal carnigeno, ma un esemplare vivo e fertile. Non dubito che lo avrebbe trovato molto più interessante che non una vile massa di sostanza organica autorigenerante."
Chissà come mai sta nascondendo la propria identità... dopotutto è una persona famosa, non ha molto senso. A meno che non abbia qualche nemico... qualcuno che forse varrebbe la pena conoscere. "Ammetto comunque che sono molto colpito: non molti sarebbero entrati in un umile negozio della città vecchia con lo scopo di far analizzare delle bistecche di coniglio."

(02:39:19) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Josephine, concentrati e pensa: puoi sostenere una conversazione scientifica anche senza prestare completa attenzione, l'hai fatto per anni. Come avrà fatto questo tizio a identificarmi? Se lavorasse per il governo cinese non avrebbe quest'aria trionfante di chi ha scoperto il quinto segreto di Fatima. "Vile massa di sostanza organica autorigenerante? Suvvia, qualcuno potrebbe applicare anche a noi la stessa definizione." E intanto vediamo se raccoglie l'insinuazione e mi conferma quello di cui già sono abbastanza sicura: non ha mostrato esitazione quando gli ho snocciolato sotto il naso la composizione genetica del suo coniglio, quindi è la persona che li predispone o quantomeno è addentro alla sua produzione. Ceppo mediorientale, variante b, è la mia ipotesi. Ma vediamo di verificare che sia davvero lui lo scienziato. "Confesso che la mia intenzione era semplicemente quella di godermi una bistecca, ma..." - sorrido - "...sa com'è, il nostro è un mestiere che proprio non concede pause."
Ragiona, Josephine. Se è un mutaforma, deve averti "riconosciuta" toccandoti. Il tuo dna è su internet, c'è gente che lo usa come password, ci hanno fatto le magliette, con il tuo dna stampato sopra. Ti ha toccata? Quando?

(05:23:17) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Sempre più interessante. "Beh, sul noi non sarei così sicuro... anche se ovviamente non pretendo di avere la sua esperienza, dottoressa. Ammetto che ho letto molto delle sue opere, e considero alcune delle sue tesi molto... innovative." Ed in particolare mi piacerebbe cosa pensa del cosiddetto ceppo sassone, ma meglio prenderla alla larga. "Dopotutto il mondo è bello perchè vario, non crede? Ma alcuni di noi, come l'ha messa così ingenerosamente, sono alquanto lontani dal concetto di massa rigenerante, anzi di massa direi."

(05:39:25) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Quando lo racconterò a Gabriel, mi ammazzerà. Imbarcarmi in una discussione di biologia con uno sconosciuto sulla terrazza dell'Emerald, uno sconosciuto che ha già avuto modo di identificarmi con una certa allarmante precisione, per di più! Ma l'occasione sarebbe stata troppo stimolante, anche se quest'uomo non avesse alluso nella discussione al mio attuale argomento di studio. Sono stata vent'anni sulla luna, e l'unica cosa con cui non sono stata equipaggiata dal governo cinese è stata un'altra persona che capisse di che cosa stavo parlando. E i lontani echi dei dibattiti sulle mie teorie, dalla terra, erano una specie di tortura. "La massa è fondamentale, nella massa risiede l'agente... per così dire fisico. Cosa consente a un mutaforma... un bravo mutaforma..." - e io ne avrei uno, a casa, se solo si lasciasse mettere le mani addosso - "...che cosa gli consente, intendo, di perdere consistenza e mantenere coscienza? Il problema è il livello di coesione della massa, non la massa stessa. Perché, ha interessi in questo campo, oltre che in quelli della... leporocoltura?" La cosa è sospetta, per quanto io possa essere entusiasta di incappare in una discussione scientifica.

(06:05:14) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Mmmh interessante. "Interessante. Quindi, mi pare di capire, che lei ritiene fisico anche il centro di controllo - mi perdoni il termine antiquato - la ψυχή dell'individuo, anche se non morto, quindi privo di άνεμος. Sono sicuro che alcune mie vecchie conoscenze - beh, potrei ormai dire defunte conoscenze - sarebbero d'accordo con lei. Ma se la rarefazione della materia è, come lei giustamente sottolinea, perfettamente alla portata di un qualsiasi ceppo mediorientale, che dire del fenomeno dell'assenza di materia, rarefatta o meno?" E qui vediamo quanto ha sperimentato oltre che studiato "In che modo può il cervello umano, o nonmorto, prescindere seppur parzialmente dalla materia?" Ed è meglio che per ora lasciamo perdere il fatto di trasferire la non materia usando la materia. Magari più in la.

(06:13:50) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Che strano. Pronuncia il greco come Balthazar, senza nessuno degli accenti che sono abituata a sentire. E non sentivo espressioni come anemos proprio dall'ultima volta che ho parlato con lui. "La mia ipotesi è che la massa, seppur allo stato volatile, mantenga le proprie caratteristiche e che le giunzioni comunicanti tra cellula e cellula siano in toto sostituite da sinapsi elettriche. Del resto Nikola Tesla ha dimostrato che un flusso di corrente elettrica può trasmettersi anche usando la semplice aria come conduttore. Immagini un'energia elettrica sufficientemente intensa da trasformare in plasma qualunque gas nobile presente anche solo in piccola parte nell'atmosfera. Tanto più è piccola la parte di gas, tanto sarà minore la quantità di massa che potrà rimanere coesa, con ovvie conseguenze sul livello di pensiero articolabile, ma un individuo potrebbe rimanere immutato in sé stesso per centinaia d'anni, con una quantità sufficiente di gas conduttore a disposizione. In fin dei conti il nucleo fondamentale di un individuo pare essere il nocciolo dell'amigdala sinistra o destra, e stiamo parlando di..." lo guardo come se stessi cercando conferma dell'ipotesi "venticinque, trenta grammi di molecole cerebrali? La neocorteccia è superflua già in un individuo perfettamente formato, dato che l'amigdala risponde molto prima che al cervello pensante arrivi l'informazione. Immagino quanto possa essere utile a un individuo che, per un motivo o per l'altro, ha smarrito il proprio fattore di coesione e seminato molecole nell'aria attorno a sé." Ora è il tuo momento di sbilanciarti, caro: perché ti interessano i fantarmi? E qual è la tua ipotesi? Perché, nella mia esperienza, nessuno scienziato ti avvicina con una conversazione qualunque se già non ha in tasca un'ipotesi, un'ipotesi da mettere sulla bilancia insieme alla tua. Io non ho messo in gioco nulla o quasi, fino ad ora, che non abbia già pubblicato con il mio nome o sotto pseudonimo. Voglio vedere cosa ha da offrire questo signore. "A meno che Lei, certo, non abbia osservato diversamente. Fino ad ora, in presenza di una cosiddetta entità incorporea, sono sempre state trovate tracce organiche disperse nei gas nobili." Questo non significa che noi si sia ancora riusciti a isolare queste maledette molecole per analizzarne il virus, dannazione, ma non è il caso di esporre ad uno sconosciuto dubbi su una mia stessa teoria.

(06:35:28) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Non posso dire di essere deluso. Decisamente no. Forse il rigore scientifico non è solo tempo buttato all'aria. Scherzo, naturalmente. "È pur vero che è sperimentalmente dimostrato che il nocciolo come lei lo chiama seppur indispensabile non è sufficiente a determinare completamente la personalità di un individuo. Personalità che, per svilupparsi coerentemente, ha bisogno di un ospite." Qui arriva il succo della cosa. "Sembra dunque prefigurarsi un classico caso di simbiosi che io molto umilmente amo chiamare doppia simbiosi: un'entità inadatta alla vita (il cosiddetto virus) si innesta all'interno di una piccola massa organica, l'amigdala, che da sola non sarebbe in grado di sopravvivere, e la rende in grado di sopravvivere seppur separata dal cosiddetto individuo. Il quale peraltro non è una parte passiva come potrebbe esserlo, che so, un osso o un muscolo, ma una parte necessaria alla definizione della individualità dell'esemplare. Ma è possibile che una coppia di sembionti tratta da questa doppia simbiosi possa sopravvivere se privata del terzo elemento? Si può sicuramente affermare di si in almeno un caso - la simbiosi amigdala/cervello è chiamata essere umano, e probabilmente - senza il probabilmente, ma meglio restare vaghi, mi sto lasciando trasportare - anche in un secondo, il cosiddetto ceppo sassone. E, domanda ancora più interessante, sono i tre simbionti in grado di sopravvivere separati, seppur in condizioni particolarmente controllate?"

(06:44:01) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Quando ho chiesto qualcuno che capisse di che cosa stavo parlando, non aspiravo a tanto. Quest'uomo, mi pare evidente, non si è limitato a leggere le mie teorie. "Penso che il corpo di un individuo la cui... - sorrido - ...il cui ànemos pare trasferitosi in uno stato di non coesione della materia, se analizzato prima e dopo il trapasso, presenta un significativo mutamento di peso e di massa, una porzione minima mancante di cervello la cui estensione varia da individuo a individuo ma il cui nucleo è sempre l'amigdala dell'emisfero dominante." Stai cercando di chiedermi se esiste un'anima, amico? Andiamo! Sono una scienziata nata nel XIX secolo: è ovvio che non esiste un'anima. Tutta solida biologia. E il mio mutaforma mi si è smaterializzato in laboratorio un paio di volte, quand'era di buon umore, confermando in pieno le mie teorie. Una parte di materia rimane, un'altra parte se ne va. Una parte di materia può essere recuperata, un'altra rischia di andare persa per sempre: ricordi, sensazioni, organi, tossine e vitamine. A seconda del livello di controllo, il processo è più o meno chirurgico. Perché per il ceppo sassone la cosa dovrebbe essere diversa? Spiegherebbe come mai così pochi riescano a recuperare pensieri coerenti e forme comunicative efficaci, e tendenzialente siano solo le forti personalità a farlo. "La suddivisione che propone in tre elementi è molto schematica e intuitiva ma molto... molto greca, se mi perdona l'espressione. Trovo che la situazione sia più complessa: il virus può sopravvivere fino a duecento anni, separato dal suo ospite, ma non è in grado di replicarsi. E, per un virus, la replicazione è tutto. Quanto all'ospite cosciente, può sopravvivere separato dall'amigdala: è solo una parte del cervello che controlla le emozioni. Mi domando tuttavia, separando le due parti, quale delle due si configurerebbe come l'individuo iniziale..." sorrido, sorpresa io stessa dalla piega che ha rapidamente assunto la conversazione "...ma qui usciremmo dal campo della medicina per addentrarci nella filosofia, non crede?"

(06:56:49) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Ecco perchè gli scienziati del diciannovesimo secolo non riuscirono, pur con tutto il bene che se ne può dire, ad accettare la situazione. Limitatezza culturale. "Vede, dottoressa, l'esperienza mi ha insegnato che filosofia e scienza sono spesso meno distinte di quanto sembri. Lei stessa si pone la questione di quale sia l'individuo iniziale. Ma mi permetto di risponderle con un'altra domanda: cos'è un individuo nel caso di una simbiosi? Lei è lo stesso individuo che era prima di essere infettata? E soprattutto, lei era un individuo prima di essere infettata? Ed intendo biologicamente parlando. Se lei prende il suo virus, esso è un individuo? O l'individuo si concretizza nella somma di almeno due delle parti? Potremmo parlare di individuo a proposito di un cervello privato dell'amigdala? È senz'altro possibile creare un individuo unendo un cervello ed un'amigdala arbitrariamente scelti, ed apparentemente è anche possibile crearlo unendo un'amigdala ed un virus, ma un cervello ed un virus? Privi di amigdala?" Qua il campo si fa pericoloso. Non desidero essere segnalato alle autorità, ma il bottino è ghiotto. Cosa ha studiato costei del protovirus?

(07:11:28) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Stavo ancora sorridendo, mentre mi snocciolava di fronte tutta la sua cubatura di dubbi filosofici, ma quando si è addentrato nel campo degli innesti mi è sceso un brivido lungo la schiena. "Il virus attecchisce solo in presenza di un'amigdala, a quanto pare." Non che esperimenti del genere non siano stati fatti, sulla luna o sotto la luna, ma erano tutti in un ambiente controllato, gli individui erano selezionati in un modo che non mi lasciava troppi rimorsi. Cosa posso sapere di ciò che ha fatto quest'uomo negli scantinati della città vecchia? Mi disturba che pensi io sia stata volgarmente infettata, ma non è il caso di addentrarmi anche in quella discussione. "Se Lei unisce un'amigdala da un individuo A ad un cervello da un individuo B, potrà anche avere un individuo che possiamo definrie C, biologicamente funzionante ma psicologicamente disfunzionale: sta applicando ad un cervello con schemi consolidati delle reazioni emotive nuove. Si troverà, ad esempio, a scappare di fronte ad un pericolo ed a domandarsi come mai lo stia facendo. O proverà inspiegabili attrazioni per un individuo che razionalmente gli ripugna. O riderà ad una battuta che è certo di aver già sentito senza gradirla. Cose come queste ci accadono tutti i giorni, in piccola misura: la comunione tra le parti del cervello non è perfetta e il nostro cervello, per fortuna, rimane in mutamento senza rigenerarsi. Ma un innesto del tutto artificiale darebbe forma, ne sono certa, a disfunzioni che sul lungo termine avrebbero pesanti effetti biologici." Lo psicopatico prima o poi mastica la parete della sua cella e ti viene a trovare, nella mia esperienza. Avrei dovuto rileggere con più attenzione quel libro, magari riuscendo a non essere così gelosa.

(03:52:13) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Quindi hanno fatto degli esperimenti. Dovrei frequentare di più l'ambiente scientifico. "Beh, mi permetto di dissentire almeno parzialmente dalla sua sicuramente dotta opinione, dottoressa. L'innesto di cui sopra non sarebbe diverso dalla nascita di un bambino, le cui componenti ancora si devono adattare alla cooperazione. Con l'andare del tempo le varie parti si adattano, e l'individuo arriva alla sua forma d'equilibrio. Il dottor Mengele ha dimostrato direttamente - e non manca mai di rinfacciarmelo, da quel sadico bastardo che è, quando lo tiro fuori dalla provetta - che un'amigdala è in grado di sopravvivere a numerosi trapianti di cervello mantenendo una sua coerenza. È purtuttavia vero che gli individui generati erano diversi tra loro quanto lo possono essere due esseri umani standard, e addirittura a seconda del tempo di sviluppo l'equilibrio tra le componenti si fa sempre più stabile ma ad un livello differente a seconda delle componenti utilizzate. Peraltro la sperimentazione cervello/virus è senz'altro più difficile, dato che, come lei sottolinea, il virus stesso pare non attecchire in assenza di amigdala; rimane difficile stabilire, lo ammetto, se la sopravvivenza dei due simbionti così uniti sia dovuta alla simbiosi vera e propria o semplicemente alla loro naturale resistenza all'estinzione." Chissà se costei ha mai messo le unghiazze su un fantasma o su uno zombie. Sto ancora cercando di stabilire esattamente cosa sia andato storto con Carlo VI.

(00:20:51) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Quando sento quel nome non posso fare a meno di lanciarmi un’occhiata alle spalle per verificare se qualcuno ci stia ascoltando. L’ultima cosa che voglio è trovarmi a spiegare a un vigile cinese che si trattava di una discussione assolutamente teorica e probabilmente misinterpretata. Tuttavia fatico alquanto a mantenere misurato il tono di voce. Il dibattito si sta scaldando e mi piace. Mi piace meno che abbia tirato in ballo un medico la cui scarsa discrezione, per prendere in prestito un’espressione da Balthazar, è costata non poco imbarazzo all’intera categoria. Certo, ho letto parte dei suoi appunti: avere una conoscenza (quasi) intima con un (ex) militante nei servizi segreti britannici, aiuta. E certo parte degli esperimenti non erano presi da un’angolazione completamente errata. Tuttavia.
”Tuttavia mi consenta di dissentire. Il Todesengel sperimentava principalmente su individui ancora in via di sviluppo, mentre è sperimentalmente dimostrato che solo il ceppo norreno attecchisce nell’organismo prima che avvenga l’eliminazione delle connessioni sinaptiche in eccesso e l’inspessimento definitivo della corteccia. Stiamo parlando dei 16-17 anni, salvo interferenze. Trovo poco rilevante innestare un’amigdala prima di questa soglia d’età.” Certo, anche il ceppo sassone sembra essere in grado di metabolizzare il numero abnorme di connessioni sinaptiche presenti in un cervello giovane, ma non è mia abitudine condividere al bar le mie ultime ricerche prima di averle pubblicate. ”Innestando un’amigdala su un cervello completamente sviluppato, i risultati - (meglio mantenersi sull’ipotetico) - rischiano di rivelarsi molto meno rosei. Non è da escludersi - (tutt’altro) - che il virus residente nell’amigdala, trovandosi di fronte gli schemi di un cervello estraneo, nel tentativo di insediarsi si ritrovi a mutare in una variante più aggressiva dello stesso, o a generare disfunzioni cerebrali profonde al punto da considerare totalmente compromesso l’equilibrio biologico del soggetto.” E, nuovamente, è il caso di fermarmi. Eppure proprio non riesco a trattenermi dal sondare il terreno sull’effettiva età dell’uomo che mi sta di fronte. Inizio a temere che molte delle cose cui fa menzione non siano esattamente un sentito dire. ”Un genetista del Suo livello certamente concorderà che il miraggio di creare un individuo biologicamente stabile appartiene al secolo scorso. E creare un individuo autosufficiente dal punto di vista neurologico e riproduttivo è tutt’altra faccenda.” Più antico è il vampiro, nella mia esperienza, e più si incazzerà. Tranne il padre di Gabriel, ma il padre di Gabriel è un caso a parte. Ed è per questo che mi piace almeno quanto suo figlio.

(02:42:52) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Faccio spallucce di fronte ai preconcetti così tipici dell'educazione moderna. "È necessaria una precisazione sul mio umile pensiero, chiaramente non esposto in maniera chiara ed incontrovertibile. Non intendevo parlare di amigdala infetta, ma di ingredienti entrambi sani, amigdala e cervello. Trovo comunque interessante le sue affermazioni: davvero i suoi esperimenti confermano la teoria della regressione del virus?" Finalmente entriamo nelle cose interessanti, ha davvero fatto esperimenti di infezione controllata. "Quindi, secondo lei, il virus necessita di un individuo già formato per attecchire. In particolare, ritiene quindi che è necessaria la collaborazione di tutte e tre le entità, l'amigdala, il cervello ed il virus, per ottenere un individuo. Sul biologicamente stabile non posso essere d'accordo: esperimenti mostrano il contrario. Sull'aspetto neurologico e, soprattutto, riproduttivo in effetti il dubbio è grande, lo riconosco. Ma mi dica, dottoressa, lei parla di regressione ad uno stato più aggressivo come di condizione necessaria all'infezione in età puberale, quasi fosse una limitazione del virus; non è invece possibile che sia una limitazione dell'essere umano, che in quella delicata fase necessita di strutture più avanzate per dare vita al doppio simbionte? Che una variante più avanzata del virus sia invece in grado di infettare un cervello giovane e sveglio?" Sono indeciso; sto camminando sulle punte di freccia avvelenate cercando di non pungermi. Devo fare attenzione, molta attenzione. "O addirittura, non sarebbe possibile instaurare le connessioni sinaptiche prima dell'infezione? O addirittura spostare l'infezione da un'amigdala all'altra mantenendo l'individualità originale attraverso la conservazione del cervello?" O la sua duplicazione, ma questo è meglio non dirglielo.

(03:00:57) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Mi sono seduta di spalle al nostro cinese e all'europea non perché non volessi vederli in faccia, ma perché non volevo loro vedessero me prestare troppa attenzione. E inizialmente avevo semplicemente aumentato il mio raggio uditivo per quanto posso. Per quanto posso senza orecchie da coniglio, intendo: quello avrebbe potuto essere inopportuno, davvero vistoso e probabilmente frainteso dalla maggior parte degli avventori di sesso maschile. Volevo solo sentire che cosa aveva da discutere un nostro potenziale fornitore con un'occidentale apparentemente incontrata per caso. Gli occidentali sono sempre un problema, almeno quanto i cinesi che collaborano con loro.
È stato solo dopo la terza frase che il mio stomaco si è completamente rivoltato costringendomi a sputare discretamente nel bicchiere più della metà del mio succo di pomodoro. Sì, non è esattamente succo di pomodoro, ma questo è quello che sembrava quando l'ho bevuto. Ora lo sembra un po' meno. Ho bisogno di un cameriere che me lo porti via da sotto gli occhi, prima di vomitare ancora.
Il mio cinese fa schifo.
Continuo a ripetermelo.
Devo aver capito male. Ma ho bisogno di una conferma. Così alzo il datapad come per specchiarmici e faccio una foto alla coppia che parla alle mie spalle. La invio a Bianca, sperando in una risposta sollecita.
- Scopri chi è l'occidentale. Ora. -

(03:11:39) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Aggrotto la fronte. Per quale motivo innestare un pezzo di cervello in un altro cervello? "Vi è un problema principale, in quello che propone." A parte la difficile attuazione nel mondo reale, intendo, con Amnesty International e le grandi religioni monoteiste sempre in mezzo alle scatole, per tacere della maledettissima coscienza. "Operazioni come queste difficilmente possono essere portate avanti in un ambiente sterile, senza avere un'interferenza diretta tra il soggetto operato e il virus di cui è portatore chi opera. A meno che non esista un modo chirurgicamente praticabile di aggirare lo strato multiforme e piramidale della neocorteccia o di estrarre l'amigdala senza danneggiare l'ippocampo." In realtà il laser ha fatto miracoli in questo senso, ma confido che esperimenti del genere non siano mai usciti dalla base lunare e, se la mia ipotesi è esatta, mi trovo di fronte ad un medico della vecchia guardia, di quelli abituati ad affondare le mani nel cervello dei loro pazienti. Motivo per cui, tra l'altro, gran parte dei loro esperimenti hanno sempre fallito più o meno clamorosamente. Quando avere una marcia in più è, in realtà, il più grosso ostacolo verso il successo. Sono convinta che il non essere infetta al momento della mia scoperta sia stato ciò che è riuscito a farmi andare più lontano di molti miei più illustri predecessori.

(03:18:35) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Interferenza ha detto? Sempre più interessante. Quindi ne deduco che ritiene il virus di un eventuale - ma a chi voglio darla a bere? odio 'ste manfrine - operatore sarebbe in grado di interferire con l'operazione. Eppure ci sono almeno un paio di cose che non mi tornano: la prima, è l'estrema lentezza con cui normalmente opera il virus stesso: in che modo potrebbe influenzare l'esito dell'operazione? La seconda è in effetti un campo poco esplorato: quello delle infezioni multiple. Cosa succede se ad un soggetto vengono iniettati due virus?" Lo so bene cosa succede, almeno in parte, ma sono curioso di sapere cosa ha scoperto lei "Uno dei due prende il sopravvento, coesistono o altro?"

(03:24:45) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Sul datapad lampeggia la risposta di Bianca.
- Penso fosse nel locale del cinese ieri, a uno dei tavoli: magari lavorano insieme. -
Stringo un pugno. Detesto quella cretina. Perché una dipendente o collaboratrice del cinese avrebbe dovuto essere seduta a un tavolo? Va bene che anch'io sono seduta a un tavolo dell'albergo, ma è diverso.
E, cosa più importante, perché dovrebbe essere qui a parlare con lui come per caso in un linguaggio la cui metà dei termini ha un oscuro tono medico?
Picchio forte con le dita sul dapad.
- Dettagli. -

(03:39:16) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Strofino tra di loro i polpastrelli dell'indice e del pollice. Non mi piace quando qualcuno cerca di estorcermi i risultati dei miei esperimenti senza sbilanciarsi sui propri. "Come ha giustamente sottolineato, il ceppo mediorientale ha a suo svantaggio un modus operandi che potremmo definire schizzinoso e peculiarmente lento. D'altro canto, il ceppo norreno attecchisce in modo disdicevolmente rapido e su qualunque soggetto. Sapendo questo la prima ipotesi che può venire in mente è scandalosamente ovvia, dottor... a proposito, dottor...?" Andiamo, per chi mi prende? In una condizione licantropo - vampiro, è possibile vampirizzare un licantropo ma non viceversa. Lo sa chiunque da qui fino ai Balcani. Perché farmi una domanda del genere?

(03:58:02) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: C'e' qualcosa che non va, avverto un distinto odore di agitazione. E del resto non sarebbe necessario l'olfatto, la tizia seduta di fianco a noi si sta esagitando alquanto con quel suo datapad. E non sono arrivato alla mia veneranda età senza dedicare almeno qualcuna delle mie 742 palline ossee all'analisi dell'ambiente circostante. Apro un piccolo occhio termico sulla nuca, nascosto sotto i capelli, e lo punto verso la cinese. Se si scalda, dovrò tagliare la corda in fretta. "Il nome è T'ien Tao, ma non c'e' bisogno del dottor. Anzi, può chiamarmi Tao se preferisce. E ovviamente mi è noto cosa succede in caso di infezioni multiple successive tra ceppi diversi. Ma qui siamo in un campo più spinoso: lasciando da parte la lentezza dell'infezione da mediorientale, che sarebbe comunque a parer mio - seee - tale da impedire una contaminazione, cosa andrebbe a succedere impiantando due virus dello stesso ceppo sulla stessa amigdala? O due amigdale nello stesso cervello? Posso confermare la possibilità di avere un cervello con due amigdale non infettate, e di farlo sopravvivere - suvvia dottoressa non si candalizzi così scommetto che anche lei ha fatto la bua ai bambini - ma non ho mai riscontrato evidenza di pluralità di individui funzionanti completi di infezione multipla. E lei?"

(04:07:46) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: La successiva risposta impiega una vita ad arrivare. Una vita di quelle lunghe e poco intense, piene di attese e cattivo cibo. Una vita americana, direi.
- Vista uscire ed entrare all'Etemenanki. Forse residente. Forse nuova in città. -
Merda!
Alzo la coscia destra e infilo la mano sotto la minigonna di strass, cercando la piccola pistola. Ho due soli colpi. Non mi illudo di riuscire a centrare entrambi in modo da poterli trattenere per due domande, e il cinese rischierebbe di fare storie sulla fornitura. Meglio l'occidentale.

(04:20:52) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Intende due amidgale dominanti? Due amigdale sullo stesso lato? Perché? È il momento di scoprire un po' le carte e dare una risposta assertiva, anche se significa sbilanciarmi un po' nel campo del non pubblicato.
"No, non l'ho mai riscontrata. Penso sia teoreticamente impossibile. Ipotizzo che la capsula proteica attorno alla porzione di DNA del virus sia il punto debole del ceppo norreno, un effetto collaterale dovuto all'accettazione di una più vasta gamma di proteine come base del sostentamento necessario alla replicazione." Vuoi poter mangiare carne cruda solo ogni tanto invece di dover buttare giù sangue tutte le sere? Questo è quello che ottieni.
Cazzo, avrei bisogno di un genetista come questo, però. Specie dopo che siamo stati costretti a sopprimere il nostro dopo quel piccolo incidente sulla luna. Ma Chen non mi è mai piaciuto, e mancava di fantasia...

(04:40:46) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Non va bene per niente. La cinese sta per fare qualcosa di avventato. Non so cosa. Secerno la neurotossina ed appuntisco l'unghia dell'indice destro, pronto a reagire. Però non vorrei ammazzassero di nuovo la Trelawney, parlare con lei è stimolante. Vediamo se la capisce.
"In effetti i vari ceppi sono da quel punto di vista molto diversi. Io credo che nelle debite condizioni, ad esempio in una grande città come Shanghai può capitare che un virus del ceppo cinese decida di aggredire quello del ceppo newyorkese, o eventualmente anche un altro esemplare di quello cinese, e se il ceppo aggredito non esercita immediate contromisure, tipo l'eiezione spontanea, potrebbero verificarsi sintomi di saturnismo. Ma del resto si sa che, nel mondo della microbiologia, anche piccoli segnali, paragonabili alla divaricazione spontanea delle due dita mediane della mano sinistra nel caso di esseri umani, possono dare origine ad associazioni in natura poco probabili, volte alla comune sopravvivenza dei due ceppi."

(04:49:10) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: Sfilo la pistola dal reggicalze, che al momento non regge calza alcuna, e armo il cane, alzandomi. I due gorilla di fronte a me dovrebbero capire cosa sto per fare e avvicinarsi. È uno schema che abbiamo provato decine di volte, le posizioni sono leggermente diverse ma persino loro dovrebbero arrivare a capire come muoversi anche in assenza di una banana al centro della terrazza. Pochi ospiti in terrazza: sparare alla gamba di uno dei miei ospiti non dovrebbe nuocere eccessivamente agli affari. Vorrei girarmi subito, ma a quanto pare uno dei due scimmioni non ha ben capito. Lo guardo, alzando un sopracciglio, e quello incomincia a portarsi in posizione ondeggiando. Lentamente. Per la miseria, non abbiamo tutta la sera: prima o poi si stancheranno di parlare di schifezze.

(05:01:13) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Il tono è talmente uniforme e uguale a prima che quasi lo seguo nel ragionamento. C'è solo qualcosa in background nel mio cervello che stride. Ceppo cinese? Saturnismo? È impazzito? Poi collego il cervello. Saturnismo, Josephine. Avvelenamento da piombo. Sta dicendo che qualcuno ha immediata intenzione di spararmi. E mi sta chiedendo di... ma dai, seriamente dovrei fare un saluto vulcaniano? Merda, non mi è mai riuscito. "Consideri sintomo del ceppo newyorkese una scarsa mobilità del legamento metacarpo-falangeo. Qual è la sua teoria sul metodo migliore per scindere rapidamente il genoma virale dalla cellula ospite?" Osservo l'ingresso al salone di fronte a noi: non sembra eccessivamente lontano e pare abbastanza raggiungibile. Oltre a continuare a sembrarmi l'unico modo per andarsene da qui.

(05:25:50) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: Fantastico. Accidenti agli accademici, hanno il senso di sopravvivenza di un rospo su un'autostrada. Dovrò fare da solo. Irrobustisco leggermente i muscoli di gambe e braccia, poi scatto. Agguanto la tipa prendendola per la vita, e scatto in direzione della balaustra. Spero che questo sia abbastanza inatteso da mettere in difficoltà chiunque ce l'abbia con la collega. Comunque vada a finire, una cosa è certa: questa cosa farà male. Spero di non danneggiare troppo la Trelawney.

(05:36:47) shelidon:
avatar - PG - Yin

Yin: "Cazzo!"
Corro in direzione del parapetto e mi sporgo, sparando entrambi i miei colpi. Non so cosa ho preso, né se ho preso qualcosa. Merda, non so nemmeno a cosa cazzo sto sparando esattamente. Si è davvero buttato? Afferrando l'occidentale? O lei si è buttata trascinandosi dietro l'unico fornitore della città vecchia che abbia accettato di farci credito? Con la coda dell'occhio sinistro vedo madame Wuxia sporgersi dalla sua pagoda e sarebbe appropriato definirla allarmata, se solo non esistessero altri quindici milioni di aggettivi più appropriati in lingue meno cortesi del cinese.
"Cazzo, cazzo, cazzo!"
Mi giro a fissare i due scimmioni che mi fissano e tento di ignorare le grida e le corse pazze degli altri fortunatamente pochi clienti che fuggono dalla terrazza.
"Beh, che aspettate? Andate di sotto e riprendete quella stronza!"
Deve conoscere l'altro bastardo. Solo una che lo conosce può fare una cosa del genere.

(05:44:33) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Mi si riesce a formare solo un concetto mentre urlo, un concetto che coinvolge il Creatore e un qualunque esemplare dell'ordine degli Artiodattili Suiformi. Ma perché, perché, perché? Mutaforma di merda! Cristo quanto odio i mutaforma! Devo assolutamente trovare un modo di far regredire il mio ceppo, qualunque variante a questo punto va bene, ma prima di diventare anch'io così! Mi avvinghio alla spalla del pazzo volante e inizio a pregare. Una preghiera che inizia con una bestemmia deve PER FORZA aver attirato l'attenzione.

(05:52:43) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: E sta' zitta, maledizione. Il rospo sta urlando come un maiale sgozzato dritto nel mio orecchio. Come se non bastasse il fatto che stiamo cadendo da otto piani. Merda. Ma chi me l'ha fatto fare, dico io? Estendo le mebrane al massimo per dirigere la caduta verso il fiume: non sono sicuro che sopravvivrei ad un impatto col cemento del Bund. Ahio, dannazione si stanno lacerando. Dio se fa male. Cadiamo. Vuoi stare zitta, stronza? È anche il tuo dannatissimo culo che stiamo cercando di salvare. L'acqua si avvicina, sto dominando il dolore in attesa del ben più intenso dolore che proverò tra poco. L'acqua è sempre più vicina, ma ho acquisito un minimo di controllo nel volo. Volo. Se questo è volare, allora anche Pollo vola. Ecco. Ci siamo. Tre, due, uno, impatto. Dio, questo si che fa male.

(06:14:39) Simone:
avatar - PG - Ted

Ted: Ho appena parcheggiato la barca (il carro.. quando è su strada è un carro...) che sento un urlo arrivare da qualche parte ai piani alti dell'hotel. Ulla inizia ad abbaiare spaventata e quando cerco di leggere cosa la preoccupi mi ritrovo in testa l'immagine di qualcosa/qualcuno che cade e il desiderio di aprire il tendone sopra il palco. "Ulla, a volte ti spaventi per così poco... litigano in una stanza e tu subito a pensare che ci stia per piombare in tes..." Non faccio in tempo a finire l'ultima parola che sento il forte rumore di qualcosa che colpisce il fiume e a giudicare dal quantitativo di acqua che arriva schizzando fino a me doveva essere qualcosa di grosso caduto da molto in alto. Questo, unito al fatto che l'urlo si è interrotto contemporaneamente mi fa capire che se guardassi Ulla in questo momento le leggerei negli occhi un "Eppure io te lo avevo detto".

(06:22:53) Vrykolakas:
avatar - PG - Wuxia

Wuxia: Di fronte a me due clienti inciampano l'uno sull'altro e uno di loro dà un forte colpo di naso sul selciato della terrazza. Dannazione, sangue, così difficile da pulire, e io non ho ancora avuto modo di cenare adeguatamente. Sollevo il cheongsam verde prendendone un lembo sopra la coscia destra, con la mano libera, e scavalco ciò che resta del mio cliente.
Yin è vicino al bordo della terrazza con quella che negli anni venti del 900 scorso avremmo definito una pistola fumante tra le mani. Appoggio sulla balaustra la tazza del té e strofino le tempie con entrambe le mani. Non voglio sapere. Non voglio sentire. "Voglio la tua camera libera tra due ore. Sei licenziata."

(06:34:22) Caterina:
avatar - PG - Josephine Trelawney

Talia: Oh merda no!
Non è tanto il legamento destro di Wrisberg che si strappa, la caviglia destra che si sloga o il semplice fatto che l'impatto con l'acqua è una specie di colpo di cannone alla schena. Anche se l'unica cosa che ho ricevuto alla schiena era una detonazione da ciclotrimetilene trinitrammina e poliisobutilene. No. Chi cazzo se ne frega della schiena, del ginocchio, della caviglia. Se avesse deciso di atterrare sull'asfalto, mi avrebbe fatto un favore. Perché, di tutte le cose, l'acqua è proprio quella che...
Oddio!
Quando provo a staccarmi è troppo tardi, mi è già arrivata addosso un'ondata del tutto incoerente di immagini, principalmente dalla gigantesca testa di cazzo volante. Un pollo? Seriamente? Nella mia testa assume le proporzioni probabilmente subconscie di un tacchino, e una vaghissima somiglianza con Margaret Thatcher. Ma un'ondata di altre immagini non ci mette molto a sommergermi ricacciando indietro la gallina mitologica. Devo uscire dall'acqua devo uscire dall'acqua devo uscire dall'acqua devo uscire dall'acqua

(22:43:47) glorfindel:
avatar - PG - TienTao

T'ien Tao: La tipa si sta dimenando come un'anguilla, ed io ho un male cane alla spalla destra. Non va per nulla bene, ma potrebbe andare peggio. Qui non ci sono coccodrilli, per esempio. Mi concentro sul mio corpo, e lentamente, riportando il dolore sotto una soglia accettabile, muto le gambe in pinne. Dovrebbero garantirmi abbastanza mobilità da depositare l'esagitata sulla sponda del fiume, abbastanza lontano dall'albergo per evitare che quella spostata ci riprovi. Se quella è la clientela abituale dell'albergo, mi sa che ho fatto un errore. Deposito la tizia sulla sponda, poi completo la trasformazione in pesce e mi inabisso. Finalmente si torna a casa (sempre che la porta subacquea non faccia storie, non ho voglia di riemergere e sto cominciando a perdere il controllo sui neurotrasmettitori). Cazzo, fa male.

(22:55:17) webadmin:
-- sessione chiusa --

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 0 visitatori collegati.